Autorizzazione Unica Ambientale  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE:  

 L’AUA è un provvedimento autorizzativo unico, di competenza della Provincia. Essa sostituisce e comprende i titoli abilitativi in materia ambientale che in precedenza l’impresa doveva chiedere e ottenere separatamente.

La nuova autorizzazione potrà essere rilasciata a tutte le imprese interessate, che abbiano la necessità di ottenere almeno uno dei seguenti titoli (art. 3 del Regolamento):

a) l’autorizzazione agli scarichi di acque reflue industriali e acque reflue di 1a e 2 a pioggia;
b) la comunicazione preventiva per l’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;
c) l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera (art. 269 D.lgs. 152/2006);
d) l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera di carattere generale (art. 272 D.lgs. 152/2006);
e) la documentazione previsionale di impatto acustico;
f) l’autorizzazione all’utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura;
g) le comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del D.lgs. 152/2006.

 Il gestore dell’impianto ha la facoltà di non ricorrere all’AUA quando si tratti di attività che sono soggette a mera comunicazione oppure alla sola autorizzazione alle emissioni in atmosfera di carattere generale (art. 272 D.lgs. 152/2006).
Anche in tali ipotesi, il gestore dovrà presentare telematicamente l’istanza attraverso il portale www.impresainungiorno.gov.it  al SUAP (vedi comunicazione non AUA). 

Per maggiori informazioni e approfondimenti su questo argomento, clicca sui link sottostanti

Chi può chiedere l’AUA 

Chi non può richiedere l’AUA  

Come presentare la domanda di autorizzazione  

Quando si deve chiedere l’AUA  

Il modello di domanda   

I tempi e i costi dell’AUA    

Durata e rinnovo dell’autorizzazione 

DOVE RIVOLGERSI:  

UFFICIO COMMERCIO E ATTIVIT└ PRODUTTIVE (SUAP)

Comune di Agrate Brianza, Via San Paolo, 24

RESPONSABILE:  

Stefano Sala

ALLEGATI

Versione Stampabile Versione Stampabile