Autocertificazione  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE:  

L’autocertificazione è una dichiarazione sostitutiva di certificazione, con la quale il cittadino sostituisce a tutti gli effetti ed a titolo definitivo certificazioni amministrative relative a stati e qualità depositati presso una Pubblica Amministrazione.
Ha lo stesso valore delle normali certificazioni, si utilizza nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, o privati gestori di pubblici servizi  (anche diretti a soggetti privati se li accettano).

 Si possono dichiarare le seguenti situazioni:
 
·   data e luogo di nascita

·   residenza

·   cittadinanza

·   godimento diritti politici

·   stato di celibe, nubile,coniugato/a, vedovo/a o di stato  libero

·   stato di famiglia

·   esistenza in vita

·   nascita del figlio

·   decesso del coniuge o del figlio/a

·   decesso del padre o della madre

·    iscrizione ad Albi, registri o elenchi  tenuti dalla Pubblica Amministrazione

·   appartenenza ad ordini professionali

·   titolo di studio, esami sostenuti

·   qualifica professionale

·   titolo di specializzazione, abilitazione, formazione, aggiornamento, qualificazione tecnica

·   situazione reddituale o economica

·   assolvimento specifici obblighi contributivi

·   codice fiscale e partita IVA e altri dati presenti nell´anagrafe tributaria inerenti il dichiarante

·   stato di disoccupazione

·   stato di pensionato e categoria di pensione

·   condizione di studente

·   qualità di legale rappresentanza, curatore, tutore e simili

·   iscrizione presso associazioni di qualsiasi tipo

·   posizione agli effetti degli obblighi militari

·   esistenza o meno di persone a carico

·   inesistenza di condanne penali

-   di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato

DOVE RIVOLGERSI:  

UFFICIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

Comune di Agrate Brianza, Via San Paolo, 24

COSA OCCORRE FARE PER:  

Modulo in allegato. Esistono comunque moduli prestampati presso tutti gli uffici pubblici.

La dichiarazione sostitutiva di certificazione deve essere firmata dall’interessato, allegando fotocopia della carta di identità, e la firma non deve essere autenticata, nemmeno quando è rivolta a soggetti privati. Ha la stessa validità del certificato o dell’atto che sostituisce.
 Possono essere effettuati controlli sulla veridicità del contenuto della dichiarazione. Qualora dagli stessi emergessero dati non corrispondenti a verità, il dichiarante decade dai benefici ottenuti ed è passibile di sanzioni penali.

 Nell’autocertificazione deve essere indicata la disponibilità all’uso dei dati personali da parte dell’Amministrazione Pubblica per i fini per cui l’autocertificazione è inoltrata come previsto dal Decreto Legislativo 196/2003 “Codice Privacy”.

I certificati relativi alle situazioni personali che non cambiano nel tempo (nascita, morte, titoli di studio) hanno validità illimitata.

TEMPI:  

Immediato.

COSTI:  

esente da spese

NORMATIVA:  

D.P.R. 445/2000 – Art. 46

RESPONSABILE:  

Simona Paola Brambilla

ALLEGATI

Versione Stampabile Versione Stampabile