Imposta sulla Pubblicità e Diritti sulle Pubbliche Affissioni  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE:  

La pubblicità esterna  e le pubbliche affissioni effettuate nel territorio comunale sono soggette, rispettivamente, ad un un’imposta ovvero ad un diritto a favore del Comune nel cui territorio  sono effettuate. L'imposta sulla pubblicità, soggetta all’autorizzazione da parte dell’Ente proprietario della strada, è dovuta, in via principale, da colui che dispone a qualsiasi titolo del mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario viene diffuso. E’, inoltre, solidalmente obbligato al pagamento dell’imposta colui che produce o vende la merce o fornisce i servizi oggetto della pubblicità.

Per la pubblicità annuale il pagamento deve essere effettuato meidante versamento in conto corrente postale n. 1024452946_IBAN IT 43 K 07601 10900 001024452946 INTESTATO A "SAN MARCO SPA COMUNE DI AGRATE BRIANZA ICP/DPA" - concessionario del Comune di Agrate Brianza ed ha efficacia liberatoria dalla obbligazione tributaria dal momento in cui la somma dovuta è versata all'Ufficio postale.

Per la pubblicità temporanea il pagamento può essere effettuato con le stesse modalità previste per la pubblicità annuale o direttamente presso il recapito di zona della concessionaria.

Il pagamento del diritto sulle pubbliche affissioni deve essere effettuato contesutlamente alla richiesta del servizio o alla consegna dei manifesti.

DOVE RIVOLGERSI:  

UFFICIO DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI_IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ_TASSA OCCUPAZIONE AREE E SPAZI PUBBLICI

Concessionario San Marco Spa, Lecco, via Gorizia 56

COSA OCCORRE FARE PER:  

Il soggetto è tenuto, prima di iniziare la pubblicità, a presentare apposita dichiarazione di inizio pubblicità anche cumulativa, nella quale indicare le caratteristiche, la durata della pubblicità e l’ubicazione dei mezzi pubblicitari utilizzati. La dichiarazione annuale ha effetto anche per gli anni successivi purché non si verifichino modificazioni degli elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell’imposta.
Per provvedere a detta richiesta i soggetti interessati potranno rivolgersi al concessionario del servizio.

La prenotazione degli spazi disponibili per le pubbliche affissioni può essere effettuata rivolgendosi direttamente al concessionario (di persona, per telefono o via email) presso il quale saranno rese immediatamente tutte le informazioni relative alla prenotazione stessa (disponibilità, tempi, prezzi, note affissioni).
 

QUANDO:  

Per la pubblicità relativa a periodi inferiori all´anno solare l´imposta deve essere corrisposta in unica soluzione entro il 31 gennaio; Nel caso in cui i termini dell´approvazione del bilancio vengano prorogati dopo il 31 dicembre, la scadenza del pagamento è prorogata al 31 marzo. Per la pubblicità annuale, quando l´importo è superiore a €. 1.549,00, l´imposta può essere corrisposta in rate trimestrali anticipate, entro il 31 marzo, 30 aprile, 30 giugno e 30 settembre. Il pagamento del diritto sulle pubbliche affissioni può essere effettuato contestualmente alla richiesta del servizio o alla consegna dei manifesti.

COSTI:  

L´imposta sulla pubblicità si determina in base alla superficie della minima figura piana geometrica in cui è circoscritto il mezzo pubblicitario indipendentemente dal numero dei messaggi in esso contenuti. Le superfici inferiori ad un metro quadrato si arrotondano per eccesso al metro quadrato e le frazioni di esso, oltre il primo, a mezzo metro quadrato. Non si applica l´imposta per superfici inferiori a trecento centimetri quadrati. Il diritto sulle pubbliche affissioni si determina in base ai giorni di esposizione, al numero dei manifesti e alle loro dimensioni.

NORMATIVA:  

  • D.Lgs. 507/1993 e successive modifiche ed integrazioni
  • Regolamento per l'applicazione dell'imposta comunale sulla pubblicità e per l'effettuazione del servizio pubbliche affissioni

RESPONSABILE:  

Fabio Gian Mario Votta

ALLEGATI

Versione Stampabile Versione Stampabile